È capitato a tutti di avere un problema con la serratura della porta di casa o di una stanza. In questi casi possiamo cimentarci nella riparazione della serratura difettosa o rotta o ricorrere all’intervento di un fabbro. Il fabbro, infatti, è una figura professionale specializzata nella lavorazione di metalli come ferro, alluminio, ottone, rame e acciaio. Utilizzando delle tecniche di lavorazione, il fabbro modella tali metalli e riesce nel nostro caso a risolvere il problema della nostra serratura. La professione del fabbro negli ultimi anni si sta nuovamente affermando, come il noto fabbro Desio, complice la grande richiesta di produzione personalizzate e su misura da parte di diversi committenti. Vediamo insieme le caratteristiche, qualità e competenze che deve possedere questa figura professionale.

La figura professionale del fabbro: caratteristiche e competenze

La figura professionale del fabbro si occupa principalmente della lavorazione, modellazione e forgiatura di metalli, grazie all’utilizzo di diversi utensili. Attraverso la modellazione e la lavorazione a caldo del metallo, il fabbro riesce a riparare oggetti in metallo come le serrature. Gli utensili principali solitamente utilizzato dal fabbro per la lavorazione dei metalli sono – la fucina (detta anche fornace) in cui vengono scaldati i pezzi di metallo che devono essere modellati; scaldandosi, il metallo è più facilmente lavorabile e modellabile; – l’incudine, ovvero un blocco che serve da basa per la lavorazione del metallo; – il martello, fondamentale per scolpire e dare la forma desiderata al metallo; – le tenaglie, indispensabile per manovrare il metallo che, scaldato, non potrebbe essere gestito a mani nude; – le presse, utilizzate per plasmare il metallo e conferirgli la forma desiderata. In base al tipo di lavorazione che deve essere prodotto, possono essere utilizzati anche altri utensili come i trapani, le saldatrici, le frese e i torni. Tali utensili vengono utilizzati per diversi oggetti come serrature, cancelli e ringhiere. Come detto, tramite l’utilizzo di questi utensili il fabbro conferisce al metallo la forma desiderata. Dopo averlo plasmato, il metallo viene sottoposto ad un trattamento termico per essere temprato. Successivamente, si passa alla fase finale di finitura, che comprende la lucidatura e la verniciatura. Infine, vengono fatti i trattamenti anti-ossidanti, per garantire una resistenza e duratura maggiore dell’opera realizzata. Oltre alla modellazione e lavorazione del metallo, il fabbro si occupa anche del montaggio dell’opera realizzarla.

Contesti lavorativi del fabbro

I contesti nei quali può lavorare il fabbro sono molteplici. Il fabbro può lavorare nell’edilizia, in aziende di produzione, nella produzione artigianale e nelle industrie metalmeccaniche specializzate nella produzione di strutture metalliche. I principali compiti del fabbro, indipendentemente dal contesto aziendale, sono la produzione e/o riparazione di oggetti metallici; l’utilizzo di utensili per scaldare, lavorare e modellare i metalli; la forgiatura del metallo per realizzare la forma desiderata; la saldatura dei vari pezzi per produrre l’oggetto finale; le operazioni di finitura. Per fare tutto questo, occorre sicuramente avere una conoscenza approfondita delle caratteristiche dei vari metalli, delle tecniche per la lavorazione dei materiali e saper utilizzare in modo autonomo e professionale gli utensili idonei per le lavorazioni metallurgiche.

Il mestiere del fabbro