Tra i guai e gli imprevisti che normalmente possono capitare in casa, il guasto della caldaia a gas è sicuramente uno dei peggiori. Una caldaia rotta o malfunzionante, infatti, porta con se tutta una serie di problemi che, specialmente nel periodo invernale, possono creare degli effettivi disagi. Nella maggior parte dei casi, il modo migliore per risolvere in fretta il problema alla caldaia è quello di chiamare immediatamente un idraulico pronto intervento Torino per richiedere un intervento immediato. Tuttavia, alle volte, è possibile riuscire a risolvere il problema della caldaia senza l’intervento del tecnico.

Prima di provare qualsiasi tentativo, però, ricorda che una caldaia guasta può essere potenzialmente pericolosa: leggi con attenzione il libretto delle istruzioni in dotazione alla caldaia e non fare prove o manomissioni senza prima aver individuato su quali componenti stai mettendo le mani. Un intervento maldestro può causare ancora più danni e trasformare un semplice blocco in un danno irreparabile che ti costringerà a cambiare totalmente la caldaia con una nuova.

I problemi più comuni delle caldaie a gas

Il problema più comune in assoluto è il blocco della caldaia. La lista delle possibili ragioni che hanno causato il blocco della caldaia è davvero lunga, e, alle volte, sono cause che non hanno a che fare con la caldaia. Purtroppo, nella quasi totalità dei casi, non è possibile ripristinare la funzionalità della caldaia senza contattare un tecnico o un idraulico specializzato che capiscano la causa del problema e facciano ripartire la caldaia. Moltissimi problemi della caldaia hanno a che fare con la pressione troppo bassa o troppo alta dell’acqua; se, ad esempio, la caldaia funziona ma l’acqua calda non arriva, oppure arriva e va via in brevi intervalli di tempo, la causa potrebbe essere la pressione bassa. Se il problema non si risolve regolando la pressione dell’acqua dall’apposito display presente sulla caldaia, oppure si ripresenta spesso, si dovrà contattare l’idraulico per rintracciare la fonte del problema.

Un altro problema che ha a che fare con la pressione dell’acqua nella caldaia sono le perdite di acqua. Anche in questo caso le possibili cause sono molteplici, ma spesso si risolve semplicemente facendo sfiatare i termosifoni e regolando a pressione dal display. Un elevata pressione dell’acqua potrebbe anche causare uno scarso flusso di acqua calda o fredda. Se il problema non si risolve impostando la pressione ad un valore tra 1,5 e 2 bar, allora potrebbe essere causato da un accumulo di calcare oppure da un guasto al termostato.

Manutenzione della caldaia

Purtroppo, come avrai potuto notare, sono ben pochi i problemi alla caldaia che un utente può risolvere senza dover ricorrere all’intervento di un idraulico o senza dover cambiare completamente la caldaia. Visto che si tratta di oggetti molto costosi e delicati, è importantissimo concentrarsi sulla manutenzione della caldaia, in modo da evitare la maggior parte dei problemi che potrebbero affliggere la tua caldaia. Gli interventi di manutenzione vanno svolti regolarmente e con puntualità da un tecnico specializzato.

La manutenzione della caldaia prevede anche il controllo dei fumi o dell’efficienza energetica. Effettuando spesso questo controlli, i potenziali problemi potranno essere individuati immediatamente ed eliminati sul nascere. Inoltre, mantenere la caldaia in un eccellente stato di salute vuol dire sfruttarla sempre al massimo, in modo da minimizzare gli sprechi di energia e quindi risparmiare sulle bollette. Il costo della manutenzione, anche se effettuato da un esperto, è molto inferiore a quello di un intervento di riparazione caldaie o di una sostituzione totale, quindi vale sempre la pena fare controllare la propria caldaia a gas da un tecnico esperto.

Come risolvere i problemi alla caldaia a gas